Advertising Console

    Arte a Milano negli anni 70, una "visita d'artista" alla mostra. Federico Comelli Ferrari commenta l'esposizione a Palazzo Reale

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    269 visualizzazioni
    Milano (TMNews) - La stagione estiva di Palazzo Reale a Milano si apre all'insegna di una grande mostra dedicata all'arte contemporanea nel capoluogo lombardo: "Addio anni 70 - Arte a Milano 1969 1980". Un'esposizione molto articolata e con numerosissime suggestioni, anche complesse, che viene offerta gratuitamente al pubblico milanese fino a inizio settembre. L'abbiamo visitata insieme a Federico Comelli Ferrari, artista milanese nato negli anni Ottanta, che oggi in qualche modo raccoglie i frutti di quelle ricerche espressive. "Sembra veramente - ci ha spiegato - di essere insieme a questi artisti, qua siamo a tavola con uno di loro addirittura. Però la fotografia, i video, senza aver vissuto quegli anni, mi sembra davvero di esserci immersi all'interno, senza magari conoscere le loro vite se non attraverso i libri. C'è da passare parecchio tempo immersi in questa fantastica situazione".La mostra milanese presenta opere di grandi nomi come Ugo Mulas, Valerio Adami o Christo, ma la sensazione che si ricava è quella di una polifonia creativa e multiforme che restituisce il senso di un periodo storicamente molto difficile, ma creativamente stimolante. Che in alcuni casi ha anticipato il futuro. "Sicuramente - ha aggiunto Comelli Ferrari - è interessante vedere come in quell'epoca, tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, siano stati provati e sperimentati metodi di fotografia, di video, di scultura e installazione che a tutt'oggi possono essere considerati veramente più avanti di quello che vediamo".