Advertising Console

    Egitto, Corte Costituzionale: il Parlamento è "illegittimo". Sentenza a due giorni da ballottaggio, Fratelli Musulmani: golpe

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    7 visualizzazioni
    Il Cairo (TMNews) - L'Egitto sull'orlo di una nuova rivolta. La Corte Costituzionale egiziana ha dichiarato illegittimo il Parlamento e confermato la candidatura al ballottaggio delle presidenziali Ahmed Shafiq, l'ex premier legato al regime di Mubarak. La notizia ha fatto scoppiare la rabbia dei Fratelli Musulmani, principale organizzazione islamica il cui partito deteneva la maggioranza dei seggi.La sentenza della Corte, a due giorni da ballottaggio, "costituisce un colpo di Stato totale attraverso il quale il Consiglio militare ha cancellato il più nobile periodo della nostra storia" ha dichiarato Mohammed Baltagui. La Corte ha infatti abrogato la "legge sull'isolamento politico" che impediva agli ex dirigenti del regime dell'ex presidente Hosni Mubarak di presentarsi alle elezioni, confermando in tal modo la possibilità per l'ex premier di partecipare al ballottaggio. La corte ha deciso, inoltre, di restituire alla polizia militare e ai servizi segreti il potere di arresto sui civili.Il candidato dei Fratelli Musulmani al ballottaggio delle presidenziali, Mohammed Morsi, ha dichiarato tuttavia di accettare la sentenza della Corte in virtù del "rispetto per le istituzioni dello Stato e del principio della separazione dei poteri".(immagini AFP)