Paradosso global warming: ghiacciai artificiali sull'Himalaya. L'invenzione per salvare agricoltura dei villaggi ad alta quota

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

900
64 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Le popolazioni che vivono alle pendici dell'Himalaya lo chiamano "l'uomo dei ghiacciai". Con le sue invenzioni, Cheawang Norphel, ingegnere di 77 anni, sta combattendo a livello locale gli effetti del riscaldamento globale che minaccia decine di villaggi. I ghiacciai si ritirano e viene a mancare l'acqua che serve per irrigare i campi di questa gente che vive di agricoltura. Mentre scienziati e politici dibattono sui cambiamenti climatici, ecco cosa si è inventato Norphel: dei ghiacciai artificiali, una serie di muretti sui versanti ombreggiati delle montagne che trattengono il ghiaccio e portano l'acqua ai campi attraverso dei canali. "Abbiamo costruito sette muretti in serie per contenere il ghiaccio e controllare l'acqua. Le precipitazioni nella regione di Ladakh sono talmente esigue che l'agricoltura conta quasi esclusivamente sull'acqua delle montagne"Tanti dei ghiacciai artificiali che ha costruito sono stati spazzati via dalle inondazioni, i fondi governativi sembrano invece prosciugati. Ma l'uomo dei ghiacciai va avanti con gli esperimenti. Ben consapevole che le sue soluzioni non salveranno i ghiacciai, ma intanto fa guadagnare tempo prezioso per la sopravvivenza delle popolazioni dell'Himalaya

0 commenti