Sull'Etna l'albero dai rami più lunghi del mondo. Il'Ilice di Pantano, patriarca della natura, ha 700 anni

askanews

per askanews

898
728 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Catania - (TMNews) - Un gigantesco ombrellone della natura. E l Ilice di Pantano, noto come l ilice di contrada "Carrinu", l albero dai rami più lunghi del mondo, situato a 970 metri d altezza alle pendici dell Etna, ultimo esemplare di una foresta di lecci che risale a 700 anni fa come spiega Sebastiano Cavallaro della Guardia forestale:"Si tratta di un leccio, in termine scientifico Quercus Ilex, di un età stimabile circa settecento anni, avente una circonferenza, a un metro e trenta da terra, di circa un metro e novanta di diametro, con dei rami che arrivano anche alla lunghezza di 18 metri".Nel corso dei secoli l Ilice di "Carrinu" ha resistito sia all avanzare delle colate laviche che hanno distrutto intere foreste che alle intemperie. I lunghi rami, modellati dalla forza del vento, hanno una forma elicoidale e si appoggiano sul terreno. Un microcosmo dove scorre la vita, come spiega il professor Luigi Lino esperto della natura siciliana: "Un albero ha una funzione ecologia, basta guardare queste radici subaeree che, praticamente, sono dentro i dal terreno e altre che sono fuori dal terreno, sono affastellate, stanno bloccando il terreno, dal dilavamento, danno ossigeno, le foglie cadendo sul terreno danno humus, le ghiande cadendo dalle piantine vengono mangiate dagli animali, quindi un albero è una grande ricchezza.

0 commenti