Advertising Console

    Chiesto l'ergastolo per la mente delle stragi di Bali e Giakarta. Per la pubblica accusa si è "pentito"

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    44 visualizzazioni
    Roma, (TmNews) - L'uomo che appare in queste immagini è la mente di tre atroci crimini: due attentati in altrettante discoteche di Bali che nel ottobre 2002 costarono la vita a 202 persone ed un terzo nel Natale del 2000 quando fece saltare in aria una chiesa di Giakarta. La pubblica accusa indonesiana, che in un primo momento aveva chiesto la pena capitale per Umar Patek, ritiene ora che debba essere condannato all'ergastolo perchè pentito e perchè è stato "educato" durante il processo.Lontano dall'appellativo di "Uomo demolitore" che si è guadagnato dai media, Patek, di fronte ai giudici sembra pieno di rimorsi: "Sono dispiaciuto per quello che ho fatto. Chiedo scusa ai familiari delle vittime: indonesiane e straniere. Chiedo scusa anche ai parenti dei feriti".Dopo le sue parole tocca al procuratore Bambang Suharyadi:"Noi della pubblica accusa chiediamo per l'imputato l'ergastolo perchè è stato educato e collaborativo durante il processo e si è pentito per quello che ha fatto"".Per l'esperto di terrorismo, Nur Huda Ismail, Patek, si è risparmiato il patibolo solo grazie al fatto che "è un'enciclopedia di informazione su al Qaeda nel sud est asiatico". (Immagini Afp)