Il Sukhoi 100, il superjet russo scomparso in Indonesia - Scheda. Anche Berlusconi era stato a bordo con Putin e Medvedev

askanews

per askanews

871
1 733 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Mosca (TMNews) - Il Sukhoi 100 Superjet, fiore all'occhiello dell'industria aeronautica russa di nuova generazione, rappresenta la rinascita dell'aviazione civile di Mosca, in crisi dal crollo dell'Unione sovietica nel '91. Realizzato in collaborazione con l'italiana Alenia-Aermacchi, azienda di Finmeccanica che partecipa al progetto al 51% e dal 2009 detiene il 25% del capitale di Sukhoi, è il primo velivolo di linea russo da 70-100 posti progettato e costruito secondo standard di comfort, tecnologia e flessibilità operativa dei liner moderni.Anche l'ex premier italiano, Silvio Berlusconi, insieme ai leader russi Vladimir Putin e Dmitri Medvedev ha avuto modo di salire a bordo, nel corso di una visita a Sochi.Il superjet 100 è un aereo bimotore a medio raggio (tra i 3mila e 4.400 km), lungo poco meno di 30 metri, alto 10,28 e con un'apertura alare di 27,8. Ha compiuto il primo volo nel maggio del 2008; da allora , oltre ai 6 prototipi, sono stati completati 8 esemplari di serie consegnati alle compagnie aeree russa, Aeroflot e armena, Armavia, la prima a riceverlo.Ad oggi sono stati firmati contratti anche con il Messico e accordi preliminari con Ungheria, Thailandia, Laos, Spagna e Stati Uniti, al costo di circa 30 milioni di dollari per ciascun esemplare. Dallo scorso febbraio 2012 il Superjet 100 ha ottenuto anche la certificazione europea. Nel marzo 2012, tuttavia, la Sukhoi ha annunciato una revisione speciale dei Superjet in servizio in seguito a un guasto a un carrello d'atterraggio su uno degli aerei in servizio.

0 commenti