Advertising Console

    Tra ricchezza e arte, il business delle aste si sposta a Mosca. La capitale russa, terra di miliardari, come Londra e New York

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    33 visualizzazioni
    Mosca (TMNews) - L'arte, da sempre, segue anche il flusso della ricchezza. E allora ecco che Mosca, città che oggi vanta più miliardari di Londra o New York, diventa sempre più un luogo chiave per le grandi case d'aste internazionali. Perché, come spiega un collezionista russo, l'arte è sì cultura, ma è pure business. "Secondo le stime degli esperti - racconta Alexey Ustinov - le opere dei più famosi maestri si rivalutano ogni anno del 15-20 per cento. Ci sono ben pochi investimenti che garantiscono le stesse rendite".Il panorama economico moscovita, quindi, sembra perfetto per attrarre i grandi mercanti di arte, come conferma il ceo di Christies's Russia. "La Russia - spiega Matthew Stevenson - insieme ad altri mercati emergenti sta entrando ora nel mercato globale dell'arte per compertere al proprio meglio. E in questo momento i collezionisti russi rappresentano tra l'8 e il 10 per cento del totale".Nonostante ancora qualche vincolo legale che frena le azioni delle case d'aste, Mosca sembra destinata a tornare una delle capitali mondiali dell'arte, come lo era stata ai tempi dei più grandi Zar. E la cultura, ancora una volta, si mostra in grado anche di generare ricchezza materiale, oltre che, ovviamente, spirituale.(Immagini AFP)