Advertising Console

    Benigni a raffica: il film di Allen? Non l'ho nemmeno visto. L'attore toscano diverte il pubblico di "To Rome with love"

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    144 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - E' un Benigni eclettico quello che a Roma, insieme a Woody Allen, ha presentato in anteprima mondiale "To Rome with love".Prima appare divertito al photo call e si esibisce nelle mosse più originali con le braccia e le mani, indicando la bellezza di Penelope Cruz e il suo spacco vertiginoso. Poi, insieme ad Alec Baldwin e Jesse Eisenberg, fa il gesto delle tre scimmiette e i due attori americani lo imitano nelle mosse.Alla nostra domanda di come è stato lavorare con Woody Allen, risponde con una battuta:"Adesso me la preparo e ti rispondo, mi ci vogliono cinque minuti per risponderti".Lo show dell'attore e regista toscano continua in conferenza stampa:"Io ancora non ho visto il film, ma l'ho letto e girato. Era molto segreto, quando il signor Allen mi ha mandato la sceneggiatura è arrivata una bellissima signora che mi ha detto 'Legga in dieci minuti questa cosa e me la restituisca, io non le ho dato niente'. Non sapevo nemmeno chi era il regista, l'ho scoperto il primo giorno delle riprese e ho detto: 'Toh, Woody Allen'."Avere Woody Allen qua è una cosa rara, un'eclisse di luna, una nevicata di agosto....mi son dimenticato la domanda".Da Benigni battute su battute, con un Allen molto divertito:"Credo che mi abbia scelto anche per la mia bellezza perchè a parte la Cruz e Page del resto degli attori sono il più bello senza dubbio del set".Infine, non è mancato il racconto di un aneddoto durante le giornate delle riprese nella Capitale:"Tutti ci seguivano. Addirittura alla Garbatella è accaduto che è passata un'ambulanza con la sirena accesa, mi ha visto, ha frenato, ha fatto marcia indietro, gli infermieri hanno fatto due foto con me e poi mi hanno detto 'Ciao, mortacci tua. Annamo a piglià un malato'. E infatti mister Allen ha detto 'Only in Italy'".