Advertising Console

    Alessandro Marmello: "Ero il bancomat di Renzo Bossi" Video 2

    Riposta
    Bulsa Video

    per Bulsa Video

    286
    275 visualizzazioni
    "Non ce la faccio piu', non voglio continuare a passare soldi al figlio di Umberto Bossi in questo modo: e' denaro contante che ritiro dalle casse della Lega a mio nome, sotto la mia responsabilita'. Lui incassa e non fa una piega, se lo mette in tasca come fosse la cosa piu' naturale del mondo. Adesso basta, sono una persona onesta, a questo gioco non ci voglio piu' stare". Lo dichiara al settimanale Oggi (in edicola domani) Alessandro Marmello, autista e bodyguard di Renzo Bossi. Marmello, che ha documentato le sue affermazioni anche con una serie di video visibili da martedi' sul sito www.oggi.it, racconta la sua versione dei fatti in una lunga intervista. Ha lavorato come autista di Renzo Bossi per tre mesi nel 2009. "Il contratto a progetto era emesso dal Gruppo Lega Nord Padania Camera dei deputati e intestato all'allora capogruppo Roberto Cota, che oggi e' il governatore del Piemonte"