Napoli - Sepe e la Via Crucis di Scampia (07.04.12)

Pupia

per Pupia

628
26 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Napoli - Sepe e la Via Crucis di Scampia. Piazza Giovanni Paolo II, a Scampia, periferia nord di Napoli, si è riempita di fedeli per la via Crucis, la prima celebrata in questo quartiere dal cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo della città. Quattordici stazioni per un percorso carico di tensione religiosa. La partenza è dal lotto H che qui conoscono come "i sette palazzi". Quando Sepe è arrivato, accolto, secondo la stime delle forze dell'ordine, da circa mille persone, è cominciato "il percorso di preghiera e riflessione". Il presule ha preso su di sé la croce e la via Crucis, "via di sofferenza, ma di salvezza per coloro che seguono Gesù", come ha detto Sepe, ha avuto inizio. Molte le stazioni tra 'le Vele', simbolo del degrado e dello spaccio di droga, di un quartiere "da molti ritenuto territorio di sofferenza e di morte perché abbandonato da chi dovrebbe offrigli dignità, giustizia e lavoro". Accanto a Sepe, Giandomenico Lepore, già procuratore capo di Napoli e ora presidente dell'osservatorio anticamorra per Napoli Nord; Angelo Pisani, presidente della Ottava Municipalità e numerosi esponenti delle forze dell'ordine. "Mettiamo in mostra -- ha sottolineato Lepore -- la grande partecipazione della gente che è qui stasera".
L'Arcivescovo ha affrontato sumerose tematiche, su tutte quella dell'assenza di lavoro che, ha spiegato, "è la madre di tutte le crisi". "Dove manca il lavoro -- ha affermato Sepe -- possono nascere nefandezze e conseguenze negative. Il lavoro non è solo una risposta a un diritto delle persone -- ha concluso -- ma anche un modo per elevare la cultura". (07.04.12)

0 commenti