Avere sei anni e la pelle nera: storia e amicizie di Davionne. "La mamma non vuole che giochi coi bimbi di razza diversa"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
130 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Pensi che a volte le persone si scelgano gli amici in base al colore della pelle? "Non sono dello stesso colore e non possono giocare insieme se hanno un colore della pelle diverso". Devionne ha sei anni e frequenta una scuola afro-americana. Vive il colore della sua pelle come una sorta di barriera nella costruzione delle amicizie. Se gli si chiede perchè un bambino bianco non può giocare con uno nero lui risponde così: Perchè la mamma magari non vuole che giochi con quell'amico.Per Davionne è giusto non avere amici con un colore della pelle diverso dal proprio perchè la mamma non vuole. Aisha è la mamma di Davionne: insegna in una scuola del distretto e dice che suo figlio ha amici di origini diverse: "Non mi sono mai seduta con lui a parlare della razza o cose di questo tipo"Il papà di Davionne, David, è separato dalla mamma ma i genitori hanno la custodia in comune. Hanno accettato di ascoltare le risposte del figlio sull'amicizia tra bambini di razza diversa. "Non gli ho mai detto che può avere solo amici del suo stesso colore. Io sono sicura ma sono un po' preoccupata. Non voglio che pensi che mi aspetto questo da lui: non glie l'ho mai inculcato. Chiunque siano i suoi amici sono i suoi amici. Non so perchè pensi questo e mi preoccupa".Perplesso sulle difficoltà sociali del piccolo papà David: "So per certo che quello non è mio figlio; per quanto riguarda le risposte so che lui ha risposto quello che pensa la gente si aspetti da lui". Gli esperti dicono che intorno ai 6 anni i bambini sono ottimisti sul rapporto con coetanei di razze diverse. Ma verso i 13 anni diventano più pessimisti. E se Davionne è già pessimista a questa età forse vive davvero come un limite quel colore della sua pelle.

0 commenti