Firenze, la stazione di Rovezzano: una pattumiera a cielo aperto. Doveva essere uno snodo, ora rischia di divenire uno spreco

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

878
66 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Firenze (TMNews) - Una pattumiera a cielo aperto: è così che i residenti della zona e i pendolari definiscono ormai la stazione di Rovezzano, alla periferia sud di Firenze. Dotata pochi anni fa di un parcheggio scambiatore, pensato per chi viene in città in macchina e vuole prendere il treno per raggiungere altre destinazioni urbane, la stazione è un luogo abbandonato a se stesso. All'esterno è utilizzata solo dai pullman che, dopo aver portato i turisti in prossimità del centro, preferiscono venire a sostare qua per non pagare il parcheggio. Un uomo che lavora nei pressi della stazione racconta il degrado della zona."Nessuno se la sente di lasciare l'auto qui proprio per la presenza dei nomadi, perché essendo una zona abbandonata a se stessa non viene usata dai pendolari".Tra televisori, batterie e rifiuti di ogni sorta lasciati ovunque, pali della luce divelti e atti vandalici, la stazione di Rovezzano rischia di costituire un vero e proprio spreco, nonostante, negli ultimi due anni, siano sensibilmente aumentati i treni che vi fanno sosta.

0 commenti