Advertising Console

    Il primo Fassbender, intenso e aspro in "Hunger". PreMovie. Arriva in Italia dopo quattro anni il film di Steve McQueen

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    211 visualizzazioni
    Dopo il successo di "Shame" con un Michael Fassbender malato e ossessionato dal sesso, arriva finalmente il 27 aprile "Hunger", esordio alla regia di Steve McQueen, con il suo attore feticcio in un altro ruolo difficile e di forte impatto. Il film ha vinto il premio come miglior opera prima al 61esimo Festival di Cannes e solo ora, dopo quattro anni, ha trovato una distribuzione in Italia. Fassbender qui è impressionante, magrissimo, provato, ma fermo nelle sue convinzioni e nella sua lotta. Interpreta l'attivista nordirlandese Bobby Sands che morì in seguito allo sciopero della fame a oltranza dei detenuti dell'IRA per protestare contro il governo inglese. Un film violento e crudo in cui Fassbender, dimagrito quasi 30 chili per la parte, dà una prova di recitazione già osannata dalla critica internazionale, in attesa di tornare a lavorare con il regista e video-artista inglese in un terzo film già annunciato in cui affronteranno un'altra tematica scottante come lo schiavismo.