In Afghanistan Sadaf è la prima donna pugile olimpica. La riscossa delle donne in un Paese dove spesso sono maltrattate

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

912
91 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (TMNews) - In un Paese dove le donne vengono spesso maltrattate, l'Afghanistan, ora proprio una donna indossa il guantone, sale sul ring e diventa la prima donna pugile olimpionica. Si chiama Sadaf Rahimi, si sta allenando a ritmo serrato per partecipare ai Giochi di Londra. Il suo primo destro risale a quando aveva 11 anni."La prima volta che ho colpito qualcuno - racconto - fu nel mio villaggio. Era mio cugino di 18 anni. Abbiamo inscenato uno scontro e lui mi disse che sarei diventata una brava pugile".Se è duro per una donna vivere in un Paese come l'Afghanistan, ancora più duro è predominare in uno sport maschile per eccellenza. Ma Sadaf denuncia mancanza di fondi per partecipare alle Olimpiadi. "Mi alleno un'ora al giorno, ma non è sufficiente per prepararmi per Londra. Gli altri team si allenano tre volte al giorno e l'attrezzatura sportiva è inadeguata. Mi sono dovuta comprare perfino i guantoni. Avremmo bisogno di uno sponsor che può assistere le atlete femminili".

0 commenti