Falkland 30 anni dopo, ancora 100 vittime argentine senza nome. Nell'anniversario della guerra il dramma dei parenti

TM News  Video
838
91 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Isole Falkland (TMNews) - A tre decenni dall'inizio della guerra delle Falkland, di cui il 2 aprile cade l'anniversario, oltre 100 tombe di caduti tra i soldati argentini restano tuttora senza nome. "Molti soldati sepolti qui - spiega un dipendente del cimitero di Darwin nell'arcipelago australe - non hanno targhette identificative. Probabilmente l'esercito non ne aveva abbastanza..."Per i loro ex commilitoni e per i parenti delle vittime queste tombe senza nome sono una vera disgrazia. "Dobbiamo smettere - spiega il veterano Ernesto Alonso - di lasciare tutto nelle mani di Dio e lo Stato deve cominciare a correggere i proopri errori. Questi soldati hanno combattuto per difendere la nostra nazione". "Vogliono che portiamo via i nostri morti - denuncia la madre di un soldato argentino caduto in guerra - così che io non abbia più nemmeno il diritto di guardare le Malvinas".La questione politica, quindi, si intreccia ai drammi individuali di persone che ancora stanno provando a cercare i loro parenti. E in molti adesso pensano di chiedere la prova del Dna per identificare i corpi che giacciono a Darwin.

0 commenti