Advertising Console

    Gorla Minore (VA) - Laboratorio cinese con clandestini, lavoratori in nero e latitanti (31.03.12)

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    744
    40 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - Gorla Minore (VA) - Laboratorio cinese con clandestini, lavoratori in nero e latitanti. Non solo condizioni di degrado, lavoratori in nero e clandestini, ma stavolta anche una donna ricercata in tutta Italia per estorsione e lesioni è quanto i finanzieri della Tenenza di Saronno hanno scoperto durante un blitz in un laboratorio cinese di pellami, che, pur presentando le dichiarazioni, non ha versato almeno 100.000 euro di imposte allo Stato.Illegalità e degrado è lo scenario che i finanzieri della Tenenza di Saronno hanno trovato nel momento del controllo ad una fabbrica di pellami con sede in Gorla Minore (VA).All'atto dell'intervento, sono stati trovati, che lavoravano e vivevano nel retro della struttura, in condizione di degrado tra sporcizia e condizioni igienico e sanitarie precarie, 2 clandestini e quattro lavoratori totalmente in nero. Inoltre, rifugiata all'interno del pseudo-dormitorio, è stata trovata una donna cinese che era ricercata per estorsione e lesioni personali e che è stata tratta in arresto.L'imprenditore cinese, pur presentando le previste dichiarazioni fiscali, non ha mai pagato un euro di tasse all'erario; allo stato, ammonta ad almeno 100.000 euro il suo "debito" con il fisco italiano.Il laboratorio è stato chiuso dalle Fiamme Gialle, ed il titolare colpito da ingenti sanzioni. (di Tiziana Curcio - italiah24.it) (31.03.12)