Addio Antonio Tabucchi, lo scrittore pisano che amava Lisbona. L'autore di "Sotiene Pereira" aveva 68 anni. Era malato da tempo

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
84 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, 25 mar. (TMNews) - E' morto nella sua amata Lisbona all'età di 68 anni Antonio Tabucchi. Lo scrittore, nato a Pisa il 24 settembre del 1943, era malato di cancro. Fortemente legato al Portogallo e alla cultura lusitana in genere, Tabucchi era il maggiore esperto e traduttore di Fernando Pessoa. Una carriera lunga 36 anni, iniziata con il libro "Piazza d'Italia", nel 1975. L'anno scorso la sua ultima fatica letteraria, "Racconti con figure". Appassionato di politica, Tabucchi non si è mai sottratto al confronto di idee. Nel 1994 divenne famoso al grande pubblico grazie a "Sostiene Pereira", ambientato in Portogallo durante la dittatura di Salazar. Il libro è stato portato sul grande schermo da Roberto Faenza con Marcello Mastroianni nei panni del protagonista.

0 commenti