Advertising Console

    Arrestato imprenditore vicino al clan dei Casalesi nel Casertano. Sequestrati beni per 25 milioni euro

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    229 visualizzazioni
    Napoli (TMNews) - E' stato arrestato vicino a Castel Volturno, nel Casertano, l'imprenditore Paolo Diana, detto 'scarpone', fiancheggiatore storico del boss Francesco Bidognetti, detenuto al 41 bis. Le indagini della Guardia di Finanza, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno portato anche al sequestro di beni a lui riconducibili che ammontano ad oltre 25 milioni di euro costituiti da società, immobili, automezzi e rapporti finanziari.Dalle indagini è emerso che Diana forniva automobili di lusso a elementi del clan e che li ospitasse in immobili di sua proprietà, quando cercavano rifugio durante la latitanza.Il Sessantonevenne, che in passato era già stato arrestato tre volte, aveva la possibilità di presentarsi come un "casalese", che in un territorio come quello di Castel Volturno, da sempre sotto il controllo dei Bidognetti, rappresenta la chiave per il successo politico, economico e sociale, ponendosi in una posizione privilegiata rispetto agli altri imprenditori della zona. Inoltre Diana era "esentato" dal pagamento delle tangenti e poteva avvalersi della forza criminale del clan.