Advertising Console

    Uruguay, dopo 40 giorni si chiude carnevale più lungo del mondo. La tristezza degli artisti di una compagnia centenaria

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    16 visualizzazioni
    Montevideo (TMNews) - Dopo 40 giorni di festa e spettacolo, si chiude il Carnevale di Montevideo, il più lungo del mondo. Un rito che ha attraversato la storia del Paese sudamericano, anche nel periodo più bui della dittatura militare tra gli anni 70 e 80 del XX secolo. E tra gli artisti della compagnia centenaria Curtidores de Hongos, che si preparano per l'ultima sfilata di quest'anno, serpeggia già la nostalgia delle celebrazioni carnascialesche. "Il Carnevale sta finendo - ammette Rafael - e noi ci sentiamo stanchi, ma anche malinconici".Il gruppo mette in scena una forma popolare di teatro musicale, la "murga"."Tutto - spiega Maximiliano - sta nel comunicare qualcosa al pubblico in uno specifico momento e cercare di farli ridere, oppure farli pensare, o ancora farli criticare il governo o qualche fatto di cronaca. Secondo me la murga è questo: essere la voce del popolo".La satira politica è il cuore della "murga", e forse anche dell'intero carnevale, una festa pagana nella quale le tradizioni culturali e i drammi di un intero continente si fondono in un indistinguibile mix di farsa e tragedia.