Advertising Console

    Palermo, Ferrandelli: chi credeva di vincere smarrito, è normale. Candidato sindaco chiarisce rapporti con Francesca Trapani

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    44 visualizzazioni
    Palermo, (TMNews) - "E' normale che il giorno dopo questa sberla, i partiti e chi pensava di avere il risultato in tasca, vive un momento di smarrimento, di amarezza. Però sono il candidato del centrosinistra, il comitato per le primarie ha sancito la regolarità delle operazioni, io intendo unire e non dividere". Fabrizio Ferrandelli, il vincitore delle primarie del centro sinistra a Palermo, risponde alle accuse mosse dagli avversari relative a presunti brogli. Una reazione attesa, dice Ferrandelli, che chiarisce anche i rapporti con Francesca Trapani, la rappresentante di lista indagata, insieme al marito, per presunte irregolarità al seggio del popolare quartiere Zen."E' una rappresentante di lista che ho conosciuto tramite Orlando, quando era rappresentante di lista alle primarie in cui fu eletto candidato sindaco. Lavora allo Zen da anni è nota alle autorità giudiziarie da anni perché la sua associazione è affidataria di detenuti, e fa un ottimo lavoro con i minori. La Procura farà le sue indagini".Le schede trovate alla signora - chiarisce Ferrandelli - sono circa 50, per le quali i cittadini avevano affidato una delega per andarle a ritirare in Comune con i certificati elettorali. Solo 30 sono state usate per le elezioni primarie: non ha votato la signora Trapani al posto dei cittadini dello Zen.