Palermo, truffa all'Inps: false pensioni per 2 milioni di euro. Un ex impiegato inseriva dati finti: 6 arresti

askanews

per askanews

884
196 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Palermo, (TMNews) - Pensioni a persone defunte, a mariti o mogli inesistenti, a finti poveri. Erano decine i modi in cui veniva derubata l'Inps da un gruppo di truffatori scoperti dai carabinieri di Palermo: sono stati sottratti almeno 2 milioni di euro grazie alla complicità di un impiegato in pensione. L'indagine coordinata dalla Procura ha portato a sei arresti con l'accusa di truffa aggravata, frode informatica e falso in atti pubblici, ma in tutto le persone coinvolte, che beneficiavano indebitamente delle pensioni, sono almeno 33. La truffa avveniva grazie all'ex impiegato che inseriva nel sistema informatico dell'Inps dati falsi, come ha spiegato il procuratore di Palermo, Francesco Messineo: "Siamo di fronte alla parte buona e la parte cattiva dei sistemi informatici. Da una parte agevolano enormemente la pubblica amministrazione, ma dall'altra creano il pericolo che con una sola intromissione indebita, esterna o interna, si possa creareuna realtà virtuale i cui effetti si riproducono nel mondo reale".Un pozzo senza fondo quello delle truffe alla pubblica amministrazione, come ha sottolineato il procuratore aggiunto Leonardo Agueci: "Più ci addentriamo con le indagini in questi settori, più ci rendiamo conto che siamo di fronte a fenomeni più ampi di quanti noi stessi potessimo immaginare".Gli inquirenti hanno anche aggiunto che quest'indagine potrebbe allargarsi in particolare per quanto riguarda il numero delle persone coinvolte.

0 commenti