Bruce Springsteen torna con "Wrecking Ball": rabbia e speranza. Nel nuovo disco un'America in fermento provata dalla crisi

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
169 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Bruce Springsteen è tornato con un album pieno di rabbia e vita. "Un disco diretto e arrabbiato" ha detto il Boss parlando di "Wrecking Ball", il suo 17esimo album da studio, l'ultimo in cui ha suonato lo storico sassofonista della "E street band" Clarence Clemons scomparso nel giugno scorso. Lo spirito del nuovo disco, 11 tracce nei negozi a partire dal 6 marzo, sa di strade e movimenti, di persone in fermento in un'America stroncata dalla crisi economica alla ricerca di alternative ai modelli attuali. Nel singolo lanciato a inizio anno "We Take Care Of Our Own" Springsteen canta "da Chicago a New Orleans avevamo bisogno di aiuto ma la cavalleria è rimasta a casa", gridando tutta la frustrazione di una società che si sente tradita. Nei suoi testi i banchieri sono avvoltoi che hanno distrutto famiglie e fabbriche mentre la chiusura con "We Are Alive" è un inno alla speranza. "Noi - canta il Boss - siamo vivi".

0 commenti