Advertising Console

    L'Iran al voto per il Parlamento, l'opposizione boicotta. Alle urne anche la guida suprema ayatollah Khamenei

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    10 visualizzazioni
    Teheran (TMNews) - Le elezioni, come la storia ha spesso insegnato, non sono appannaggio esclusivo delle democrazie, anzi sono spesso uno strumento usato nei regimi autocratici per giustificare il potere. Situazione non molto diversa in Iran, dove i cittadini sono chiamati alle urne per scegliere i 290 deputati del Parlamento iraniano. Alle urne si è recato anche il grande ayatollah Khamenei, guida suprema della Repubblica isalmica. I principali partiti d'opposizione, però, hanno boicottato il voto, per protestare contro la violenta repressione del regime delle manifestazioni di protesta seguite alle elezioni del 2009, le ultime prima di questa nuova consultazione.