Advertising Console

    Nuova Zelanda, il fondatore di Megaupload libero su cauzione. "Felice di rivedere famiglia". Stati Uniti chiedono estradizione

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    35 visualizzazioni
    Auckland, (TMNews) - "Mi sento sollevato perchè andrò a casa e vedrò la mia famiglia, i miei tre figli piccoli e mia moglie incinta, e spero capiate che è tutto ciò che voglio dire adesso. Voglio solo andare a casa e vedere la mia famiglia".Kim Schmitz, alias "Kim Dotcom", 38 anni, fondatore del sito di file sharing Megaupload, torna a casa: arrestato dalle autorità neozelandesi su richiesta dell'Fbi per frode e violazione del diritto d'autore, è stato liberato su cauzione al terzo tentativo. Le prime due richieste erano state respinte dal giudice neozelandese per l'alto rischio di pericolo di fuga. Gli Stati Uniti chiedono l'estradizione di Dotcom, arrestato con altri tre responsabili di Megaupload. Assediato dai giornalisti, che gli chiedevano come la polizia l'avesse trattato in carcere, dove ha trascorso un mese, ha risposto con una certa ironia. "Mi sentivo come a un provino di American Idol". Dotcom ha ribadito che lotterà contro l'estradizione. Un'intenzione ribadita dal suo avvocato Paul Davison. "Dobbiamo aspettare la richiesta del governo statunitense, con i documenti collegati, e allora li valuteremo e prepareremo l'udienza".