Carnevale di Rio, sempre più bambini nei cortei dei ballerini. Giovanissimi al centro di una festa per molti versi "adulta"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
502 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Brasile (TMNews) - "Amo il carnevale, amo la samba. Sono le mie due passioni". Ha solo 11 anni questo ragazzino brasiliano, ma è già un protagonista, insieme a molti suoi coetanei, del Carnevale di Rio, forse la festa più famosa del mondo, ma anche storicamente, un territorio adulto, con forti componenti sensuali ed esplicite. Ma che sta conquistando sempre di più i bambini, spesso comunque coinvolti dagli stessi genitori."Mia mamma è un'insegnate di danza - spiega la 13enne Julia - e anche io amo ballare. Guardavo lo spettacolo in televisione e le chiedevo di partarmi qui. Ora ci sono riuscita".Livia di anni ne ha solo nove, ma è già pienamete inserita nel sistema dei sambodromi."Mi piace molto - dice la bambina - è così divertente essere in una scuola di samba".Anche Momo King (img da 0'29), il re del Carnevale, approva la scelta dei ballerini giovanissimi, e ricorda di avere iniziato lui stesso in tenera età. A vedere le esibizioni di questi ballerini, però, dalla prospettiva di un'Europa che combatte una dura battaglia contro lo sfruttamento dei minori e anche contro la pedofilia, forse restano dei dubbi e qualche perplessità. Ma a Rio de Janeiro nei giorni del carnevale conta solo la festa.

0 commenti