Spazio, Vega: lancio riuscito. Tecnici intonano l'inno nazionale. In orbita anche minisatelliti realizzati da studenti universitari

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
102 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Guyana francese, (TMNews) - L'inno nazionale riecheggia anche nella foresta Amazzonica dopo il successo del primo lancio del razzo spaziale europeo Vega, un progetto che parla italiano sin dalle sue origini, 9 anni fa. A cantare è il personale della Avio, l'azienda italiana che ha costruito il razzo e della Vitrociset che, invece, ha realizzato la rampa di lancio. Riccardo Grazi, direttore spazio della Vitrociset. "Il segmento di terra è la continuità, è quello che resta, sempre pronto a mettersi al servizio e al sacrificio per altre missioni. E' questo che Vitrociset e altre 36 aziende nazionali e internazionali hanno realizzato, già pronte da oggi a ricominciare a lavorare per la futura missione".Il razzo Vega, nel suo volo inaugurale, ha portato nello spazio 9 satelliti 4 dei quali italiani. Due di questi erano piccoli CubeSat: l'e-star e il GG, minisatelliti pesanti solo un chilo, con un volume di 10 centimetri cubici, realizzati da giovani ricercatori delle università italiane. Sabrina Corpino del Politecnico di Torino e Giuseppe Martinotti della Sapienza di Roma. "E-star una volta raggiunta l'orbita dovrebbe cominciare la sua missione, che è quella di testare un sistema di controllo d'assetto attivo per piccoli satelliti"."A noi è servito molto per lavorare in gruppo, ampliare le nostre conoscenze e entrare nel mondo spaziale a livello pratico". I minisatelliti italiani resteranno nello spazio per almeno 12 anni.

0 commenti