Grecia: Julie, maestra in Sudafrica per battere la crisi. Ora insegna nella scuola della comunità greca di Johannesburg

askanews

per askanews

884
89 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Johannesburg (TMNews) - Le eccezionali misure di austerità varate dal governo greco per contrastare la crisi economica e il rischio default del paese spingono molti abitanti a cercare lavoro all'estero. Julie Koukliati è una maestra e ha deciso di trasferirsi in Sudafrica per insegnare in una delle scuole della locale comunità greca, fuggendo da un Paese che non è più in grado di ricompensare adeguatamente la sua professionalità. Secondo il consolato di Atene a Johannesburg, infatti, sono almeno 50mila i cittadini greci che risiedono."Il Ministero dall'istruzione - spiega - ci ha chiesto di prenderci cura di quella parte della comunità greca che vive qui, ed è una parte molto forte".Julie aveva uno stipendio di 1200 euro al mese, ma negli ultimi 2 anni ha subito un taglio di circa 200 euro e ora se ne aspetta altri. Per questo ha accettato di lasciare i suoi familiari e il marito per venire in Sudafrica dove il suo compenso è quasi raddoppiato: allo stipendio, infatti, si aggiungono almeno mille euro pagati dalla scuola in cui insegna."A volte anche i miei familiari - scherza l'insegnante - mi chiedono se qui ci sono opportunità di lavoro in modo che possano venire anche loro. Lì la situazione è sempre più difficile".Per generazioni i greci che vivono in Sudafrica si sono affidati a scuole come queste per preservare la loro cultura. Ora questi istituti rappresentano una risorsa in più per quei cittadini greci che, a causa della crisi, vedono messo a repentaglio il loro lavoro. Solo questa scuola di Johannesburg ha assunto 7 insegnanti provenienti dalla Grecia negli ultimi 4 anni.

0 commenti