Tecnologia a scuola, Calabria capofila in progetto del ministero. Interventi strutturali contro la dispersione

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

917
12 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Costruire in Calabria una scuola moderna, aperta alle nuove tecnologie: è l'obiettivo del ministero dell'Istruzione, illustrato da Giovanni Biondi, Capo Dipartimento per la Programmazione, al presidente della Regione Giuseppe Scopelliti. Al centro dell'incontro l'introduzione di tecnologie didattiche innovative nella scuola secondaria di primo e secondo grado. "La Calabria potrà essere una delle prime regioni che può fare un intervento strutturale esteso che può veramente cambiare e trasformare il volto della scuola, e anche renderla più attrattiva a studenti che spesso abbandonano. Le nuove tecnologie oggi per i ragazzi sono un amico".L'obiettivo, ha spiegato Biondi, è dunque combattere la dispersione rendendo la scuola più attrattiva per gli studenti, proprio sfruttando le nuove tecnologie. Un obiettivo condiviso da Scopelliti. "L'obiettivo è immaginare un percorso che ci consenta di studiare e progettare la scuola del futuro". All'incontro, che nasce in seguito a una serie di altri svolti a Roma, ha partecipato anche il Direttore Generale dell'ufficio scolastico regionale Francesco Mercurio.

0 commenti