L'Italia dell'Arte, a Firenze c'è il "Cimitero dell'Atella". Corsi di formazione per guide turistiche tra le tombe dei grandi

95 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Firenze (TMNews) - Chi dice che per ammirare sculture e opere d'arte bisogna esclusivamente andare al museo? Ci sono posti in Italia che sono veri e propri musei a cielo aperto, come il cimitero dell'Antella a Bagno a Ripoli, nei pressi di Firenze. Tra le tombe, numerose le opere d'arte di Galileo Chini, uno dei più grandi maestri del '900. Capolavori fuori dai consueti percorsi fiorentini e che, anche in vista dell'apertura, nel capoluogo toscano di un museo dedicato al '900, la scuola di formazione Apab, nei corsi finanziati dalla provincia, ha inserito negli itinerari per le guide turistiche. La tutor dell'Apab, Lia Bernini. Risalente al 1855, ospite le spoglie di numerosi personaggi noti della città, tra questi anche Fanny Targioni Tozzetti, la donna amata da Giacomo Leopardi e ispiratrice del ciclo dell'"Aspasia".

0 commenti