Advertising Console

    Egitto, nuovi scontri dopo la strage allo stadio di Porto Said. Ma in piazza i manifestanti invocano proteste pacifiche

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    25 visualizzazioni
    Il Cairo (Egitto) - Ancora alta tensione al Cairo, dove da giorni migliaia di manifestanti protestano davanti ai palazzi del potere egiziano dopo la strage nello stadio di Porto Said. La situaione è più volte degenerata in scontri, e la polizia non ha esitato a reagire con la forza, ma tra chi è sceso in piazza non mancano gli appelli per tornare a una protesta pacifica."Stiamo cercando - spiega un ragazzo - di convincere i nostri compagni a tornare allo spirito di piazza Tahrir, perché la nostra rivoluzione è pacifica. Non stiamo assaltando il ministero, ma il regime non esiterà a ucciderci, o a provocarci, o ad attaccarci e così ci saranno altre vittime". "Dobbiamo vendicare il sangue dei nostri martiti - aggiunge più bellicoso questo manifestante - ma non possiamo morire anche noi per ottenere questo". Nonostante le elezioni e il tentativo di portare riforme democratiche, l'Egitto resta un Paese profondamente inquieto.