Occupy Scampia, Sepe: Chiesa è in prima linea nel quartiere. Il cardinale: dare opportunità ai giovani contro la camorra

41 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli, (TMNews) - Un'iniziativa che si sposa con l'impegno costante della Chiesa a Scampia: il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, giudica positivamente Occupy Scampia, la mobilitazione contro il coprifuoco che la camorra avrebbe imposto sul quartiere. "Lì i sacerdoti sono impegnati in prima linea, lì sinora erano solo i sacerdoti a contrastare questa camorra, e la chiesa è impegnata in prima linea anche per chiamare, riunire quanto di buono e positivo c'è per eliminare il cancro".All'università Suor Orsola Benincasa di Napoli, in occasione del premio "Città di pace", il cardinale ha parlato della camorra come di un cancro maligno che va sconfitto, trovando degli anticorpi. "Come si sconfigge il male? Con il bene, per esempio sottraendo i giovani dall'accaparramento di questo malessere in cui si trovano. Quando il giovane non ha prospettive positive si butta nelle braccia del malessere".Dare un futuro, possibilità e opportunità ai giovani, è convinto Sepe, significa togliere le forze da sotto i piedi alla camorra.

0 commenti