Advertising Console

    Terme di Stabia in crisi, i lavoratori scendono in piazza. Chiedono garanzie per il futuro e gli stipendi arretrati

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    47 visualizzazioni
    Castellammare di Stabia (TMNews) - In piazza per chiedere garanzie per il futuro e gli stipendi arretrati, a Castellammare di Stabia sono scesi in strada i lavoratori delle Terme che rischiano la chiusura. Le principali preoccupazioni dei dipendenti riguardano le incerte prospettive occupazionali miste alla rabbia per le 7 mensilità arretrate non ancora pervenute. Lo stabilimento si presenta come una delle principali aziende a livello nazionale nel settore termale, ma nei fatti non ha clienti.Al fianco dei dipendenti del complesso termale, che hanno anche occupato l'aula consigliare del comune sono scesi in strada rappresentanze delle altre realtà lavorative cittadine: da Fincantieri, ad Avis, a Stabia Porto, e anche molti studenti.Unanime l'appello al sindaco Luigi Bobbio e al management delle Terme di Stabia, affinchè "prendano in seria considerazione le richieste dei lavoratori".