Advertising Console

    Costa Concordia, i turisti al Giglio: siamo qui per curiosità. Gli abitanti si rassegnano a vivere sotto i riflettori

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    69 visualizzazioni
    Isola del Giglio, (TMNews) - I curiosi affollano i traghetti per l'isola del Giglio mentre ancora i soccorritori esplorano il relitto alla ricerca dei dispersi della Costa Concordia. Ed è solo l'inizio visto che la nave potrebbe rimanere lì per mesi."Siamo qui per vedere cosa succede che genere di incidente è stato, solo per curiosità", dice una turista straniera.Gli abitanti dell'isola del Giglio, dopo essersi distinti per aver aiutato con generosità i naufraghi, si devono rassegnare ad un futuro prossimo sotto i riflettori. Comprendono l'eccezionalità dell'evento e si chiedono se tutta questa attenzione avrà effetti negativi o positivi per il Giglio. L'isola è invasa da giornalisti e cameramen. Basta un gruppo di familiari dei dispersi che decide di andare in chiesa per scatenare la corsa dei media costringendo la polizia a schierarsi. Don Lorenzo è il parroco della chiesa del Giglio, "Non è normale questa situazione", dice.Intanto da Porto Santo Stefano sono stati potenziati i traghetti per l'isola, con precedenza assoluta per i soccorritori.