Palermo, Lo Bello contro i Forconi: mafiosi tra manifestanti. Morsello in sciopero della fame: accuse denigratorie

askanews

per askanews

1,3K
59 visualizzazioni
Palermo (TMNews) - L'accusa arriva direttamente dal presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo bello: "Sappiamo per certo che tra gli agricoltori e gli autostraportatori che stanno creando notevoli danni al sistema imprenditoriale, ci sono personaggi legati alla criminalità organizzata". Parole pesanti contro il Movimento dei Forconi, che insieme a Forza d'Urto, da lunedì 16 gennaio sta bloccando la Sicilia portando in strada agricoltori, autotrasportatori e pescatori sfiancati dalla crisi.Ma Martino Morsello, rappresentante dei Forconi, non ci sta e per protesta inizia lo sciopero della fame: "Con sdegno - spiega in una nota - il nostro movimento denuncia una campagna denigratoria del presidente degli industriali siciliani, Ivan Lo Bello, e di tutti i rappresentanti di categoria". Intanto in tutta l'isola crescono i disagi per la protesta: i distributori di carburante sono ormai a secco. Stessa sorte per i supermercati, dove sugli scaffali cominciano a scarseggiare i prodotti alimentari.