Costa Concordia, parlano i naufraghi calabresi tornati a casa. "Abbiamo avuto paura di morire, è stato un inferno"

askanews

per askanews

884
86 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Crotone (TMNews) - Sopravvivere a un naufragio e poterlo raccontare con un sospiro di sollievo. Sono rientrati a casa i naufraghi calabresi della nave da crociera Costa Concordia dopo l'incidente all'isola del Giglio. Nelle parole di Francesco Frijio e Caterina Sestito una coppia di neosposi di Cutro, nel Crotonese, tutta la paura vissuta. "L'acqua entrava ovunque, non arrrivavano i soccorsi, è stato un incubo".Tra i sopravvissuti anche la famiglia Tritto di Isola Capo Rizzuto. Angela dopo aver criticato duramente il comportamento del personale di bordo ha voluto ringraziare gli abitanti dell'Isola del Giglio.La voglia di dimenticare la brutta esperienza è tanta e alcuni già sono impazienti di rimettersi a bordo di una nuova imbarcazione per un altro viaggio.

0 commenti