Napoli, quinto omicidio in 11 giorni: è faida di camorra. L'ultima vittima un uomo di 28 anni a Melito

askanews

per askanews

870
264 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli, (TMNews) - Cinque omicidi di camorra in 11 giorni nella stessa zona, la periferia di Napoli. Secondo gli inquirenti è in atto una faida all'interno del clan degli Scissionisti, il gruppo uscito vincitore dalla lunga scia di sangue che segnò la 'guerra' con il clan Di Lauro che, per anni, aveva avuto il predominio criminale a Secondigliano e Melito.L'ultima vittima è un uomo di 28 anni, ucciso nel pomeriggio del 16 gennaio a Melito, in via Carlo Alberto Dalla Chiesa: secondo i carabinieri, che indagano sul fatto, era legato agli 'Scissionisti'. Dalle ricostruzioni emerge che l'uomo è stato raggiunto da più colpi d'arma da fuoco in una concessionaria d'auto: sarebbero stati due i killer, che hanno abbandonato sul luogo dell'omicidio un paio di pistole di calibro diverso.Il primo omicidio della faida risale al 4 gennaio a Giugliano. L'8 gennaio erano stati trovati due cadaveri carbonizzati all'interno di una Fiat Punto data alle fiamme a Melito, di fronte al cimitero: i corpi sarebbero quelli di due spacciatori ritenuti vicini agli Scissionisti. Infine, la notte tra il 10 e l'11, l'omicidio di un pregiudicato di 52 anni sempre a Melito, freddato da un colpo di pistola.

0 commenti