Siria, Assad: potenze straniere vogliono destabilizzarci. Presidente parla dopo settimane di silenzio

askanews

per askanews

884
13 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - "Le potenze locali e internazionali che hanno cercato di destabilizzare la Siria non possono distorcere i fatti e gli eventi. Ora hanno lasciato cadere le maschere, noi siamo in grado di smontare la situazione che hanno creato". Così il presidente siriano Bashar al Assad parla alla nazione per la prima volta dall'arrivo degli osservatori arabi nel Paese straziato da mesi di rivolte e repressione. Assad attacca la Lega araba, "Non è più araba - dice - è straniera", nega di aver dato ordine di sparare sui civili e per l'ennesima volta rimanda le elezioni legislative: si terranno a maggio, due mesi dopo il referendum per l'approvazione della nuova costituzione che si voterà a marzo.

0 commenti