Francia, Sarkozy a Domrémy: 600 anni fa nasceva Giovanna d'Arco. Primo presidente dal 1920 a visitare il paese

askanews

per askanews

1,3K
53 visualizzazioni
Parigi (TMNews) - "Per la Repubblica Jeanne è l'incarnazione delle migliori virtù francesi, del patriottismo che è l'amore per il proprio Paese senza l'odio per gli altri". Un simbolo dell'unità della Francia, senza connotazioni di partito: così il presidente francese Nicolas Sarkozy ricorda la figura di Giovanna d'Arco. L'occasione è la visita a Domrémy-la-Pucelle, paese natale di Giovanna, in festa per le celebrazioni dei 600 anni dalla nascita della "Pulzella d'Orleans". È la prima visita di un presidente della Repubblica dal 1920: l'ultimo a recarsi nel paese dei Vosgi, 150 abitanti, fu Raymond Poincaré. "Nella storia di Francia Giovanna ha un posto particolare - spiega Damien Parmentier, direttore del Consiglio generale dei Vosgi - perchè è una donna e non ci sono tante grandi eroine, soprattutto nei secoli passati. È un simbolo di cui si possono appropriare in molti, appartiene a tutti". La visita di Sarkozy, dice il sindaco Daniel Coince, onora Domrémy. "La connotazione in termini politici o elettorali non ha ragione di esistere: chiunque può venire a Domremy, tutti i cittadini francesi e di tutto il mondo possono venire qui". Il Fronte Nazionale ha da decenni adottato Giovanna come simbolo delle sue politiche: l'omaggio di Sarkozy arriva alla vigilia di quello di Marine Le Pen, presidente del partito di estrema destra e candidata alle presidenziali, e del padre Jean Marie a Parigi.