Catania ricorda Giuseppe Fava, giornalista ucciso dalla mafia. La figlia: non un eroe, un uomo che faceva seriamente suo lavoro

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
98 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Catania, (TMNews) - Catania ha ricordato Giuseppe Fava, il giornalista ucciso dalla mafia nel 1984, radunandosi, come tradizione, ai piedi della lapide che ricorda la figura del reporter, anche scrittore e autore teatrale. Alla commemorazione il neo procuratore capo di Catania Giovanni Salvi e la figlia di Pippo Fava, Elena."Io ho sempre detto che questa riunione sotto la lapide è un momento di riflessione a cui devono partecipare tutti. Non lo considero un eroe ma un giornalista che voleva fare seriamente il suo lavoro. La sua memoria, il suo ricordo e il suo pensiero continuano a vivere".Per l'omicidio di Giuseppe Fava sono stati condannati come mandanti il boss Nitto Santapaola e suo nipote, Aldo Ercolano.

0 commenti