Napoli, l'opera "L'angelo della legalià" danneggiata dai vandali. Realizzata con materiale di riciclo e regalata al Comune

askanews

per askanews

870
30 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli, (TMNews) - Un'opera di materiale riciclato prodotto con la raccolta differenziata, dell'artista napoletano David Enea Esposito posizionata nel giardino davanti a Palazzo san Giacomo, sede del Comune: si chiama "L'angelo della legalità" l'obiettivo degli ignoti vandali, che l'hanno presa di mira probabilmente nella notte di San Silvestro. Il sindaco Luigi De Magistris condanna il gesto: "Tutti gli atti vandalici vanno sempre condannati, purtroppo anche in queste ore qualche imbecille e qualche criminale in città c'è stato, basta vedere chi non ha raccolto l'appello a non sparare fuochi proibiti. Dobbiamo continuare nell'opera di sensibilizzazione".I vandali hanno tolto il pianeta dalle mani della statua per gettarlo nella fontana. Un comportamento che non toglie importanza al lavoro di tante persone che hanno creduto nella realizzazione dell'opera, come spiega il consigliere comunale dell'Italia dei Valori Francesco Vernetti, primo a denunciare l'atto vandalico: "L'opera rappresenta tanto per la città di Napoli, un po' come emblea, dalla spazzatura riesce a realizzare qualcosa di bello". "L'angelo della legalita" è stato inaugurato il 21 dicembre scorso: David Enea Esposito ne ha fatto dono al Comune di Napoli, e dopo le feste natalizie l'opera è destinata a trovare posto all'interno di Palazzo San Giacomo.

0 commenti