Nord Corea, sosia di Kim Jong-il piange la morte del caro leader. Kim Young Sik imita il leader comunista da 10 anni

askanews

per askanews

871
98 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (TMNews) - Lui continua a imitarlo e a fare il saluto del "caro leader"; si fa insultare lungo le strade, compare in film e in pubblicità. Eppure, con la scomparsa di Kim Jong Il, una parte di lui è morta: è il suo sosia, il sud-coreano Kim Joung Sik, che sente di aver perso il senso della propria vita con la morte del leader nord-coreano.Per oltre dieci anni, Kim Young Sik, proprietario di una piccola boutique nella periferia di Seoul, ha imitato il leader comunista che ha guidato il suo Paese per 17 anni. Ma dopo la morte il 17 dicembre, questo padre di famiglia, 61enne deve arrendersi alla fine di un'epoca. "Mi sento svuotato, come se una parte di me fosse morta - dice -. La gente prova a consolarmi dicendomi che alcune personalità diventano ancora più celebri dopo la morte, ma non credo che sarà il caso di Kim".

0 commenti