Advertising Console

    Crisi, Saccomanni: Italia può finanziare il proprio debito. Dg Bankitalia: agenzie rating non condizioneranno investitori

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    15 visualizzazioni
    Milano, (TMNews) - L'Italia può far fronte al proprio debito anche agli attuali tassi di interesse, che non sono i più alti della sua storia finanziaria. Ne è convinto Fabrizio Saccomanni, direttore generale della Banca d'Italia, che, in una intervista alla Cnn, sgombra il campo da ogni equivoco."Chiedere per quanto ancora l'Italia riuscirà a pagare il proprio debito aumenta l'impressione che ci sia un livello dei tassi di interesse oltre il quale un Paese è tagliato fuori dal mercato. Questo è analiticamente sbagliato. Penso che nella sua storia il nostro Paese sia stato capace di finanziarsi anche a tassi di interesse più alti di quello attuale"."La svalutazione - aggiunge - è una soluzione di breve termine: è una sorta di stimolo temporaneo alle esportazioni ma poi innesca un aumento dei prezzi".Di fronte alla posizione della Bce, di Mario Draghi, che nelle ultime settimane ha frenato sull'acquisto dei bond italiani, Saccomani prova a chiarire: "Il problema non è la quantità di bond che compra la Bce, o i singoli Stati, il problema è se nel sistema c'è la liquidità per ripristinare il corretto funzionamento del macchina statale".Critico anche sul ruolo delle agenzie di rating e sulle ricadute di un eventuale downgrade per il nostro Paese"Molte ipotesi - dice - vengono sono fatte sulla base di ciò che potrebbe accadere nel futuro all'Unione Europea, all'unione fiscale, agli eurobond. Io però credo che questa sia sicuramente un'area in cui noi dobbiamo continuare a lavorare per fare dei progressi ma non credo sia rilevante per la gestione della crisi che stiamo vivendo"."Gli operatori del mercato, come gli investitori, alla fine prenderanno decisioni indipendentemente da quello che dicono le agenzie di rating perché se le agenzie continuano a prospettare il peggiore degli scenari e basano i propri giudizi solo sulla probabilità che si verifichino le situazioni peggiori è ovvio che si possa innescare un trend negativo".