Advertising Console

    Camorra, pm Napoli: Cosentino referente politico dei Casalesi. De Raho: "Non esprimo valutazioni". Cesaro solo indagato

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    24 visualizzazioni
    Napoli (TMNews) - "Il referente politico nazionale del Casalesi": così i magistrati di Napoli definiscono Nicola Cosentino, deputato e coordinatore campano del Pdl. Queste le parole usate nell'ordinanza del tribunale di Napoli che ha autorizzato all'arresto di 57 persone nell'ambito dell'operazione "Il principe e la scheda ballerina". Per Cosentino, al suo secondo mandato d'arresto, è stata inoltrata la richiesta di autorizzazione a procedere alla Camera. Il procuratore aggiunto della Dda, Federico Cafiero de Raho però non ha voluto fare valutazioni su questa definizione.A chiarire il ruolo di Cosentino è anche il procuratore capo Giandomenico Lepore secondo cui si occupava della mediazione bancaria. Cosentino secondo i magistrati compare in due circostanze chiave delle indagini: in una di queste, accompagnato dal presidente della provincia di Napoli Luigi Cesaro, avrebbe incontrato a Roma i vertici della banca Unicredit per sollecitare la concessione di un credito a favore di Nicola Di Caterino, imprenditore legato alla camorra.