Napoli, il Cimitero dei Colerosi: un gioiello abbandonato. Parla Memoli, l'architetto che combatte per risanare l'area

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
112 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Lapidi come pagine di storia capaci di raccontare un'epoca con vite intere svelate in un'epigrafe, con i monumenti che si portano dietro il sapore di quegli anni. A Napoli c'è un cimitero che più di tutti raccoglie questi significati, quello dei Colerosi, costruito alle falde di Poggioreale nel 1836 subito dopo l'epidemia che colpì la città. Le immagini però mostrano quanto la zona sia abbandonata a se stessa. Una giungla che l'architetto Antonio Memoli vorrebbe riportare agli antichi fasti con un progetto ideato fin dal 2002 con l'obiettivo di salvaguardare l'antica struttura del cimitero, creando un percorso della memoria e una zona museale per esaltare il valore storico dei Colerosi.L'idea di recuperare la zona è stata lasciata cadere nel vuoto dalle amministrazioni precedenti. La speranza è che prima o poi a questo piccolo e nascosto gioiello venga ridato il decoro che merita.

0 commenti