Advertising Console

    Cto Roma, chirurgia della mano a rischio... 'amputazione'. Il centro di eccellenza potrebbe chiudere per mancanza di fondi

    askanews

    per askanews

    1,3K
    739 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - Il reparto di chirurgia della mano e di microchirurgia del Cto a Roma rischia la chiusura. Motivi di bilancio potrebbero far chiudere uno dei centri di eccellenza dell'Italia centro-meridionale per ciò che riguarda gli interventi di ricostruzione e di reimpianto di mano, gomito e braccio. Il reparto, inizialmente istituito con 20 posti letto ordinari, ha al momento una dotazione di 6 posti. E anche l'organico del personale ha subito un ridimensionamento. Il responsabile incaricato, il dottor Michele Rampoldi, illustra la situazione: " La chirurgia della mano è un settore molto complesso, non ci si può improvvisare"Un centro di primo livello, con equipe in pronta disponibilità 24 ore su 24, 365 giorni all'anno. Questo giovane, che preferisce rimanere nell'anonimato, rischiava l'amputazione dell'avambraccio. Il dottor Rampoldi gli ha salvato la vita. Nel reparto di microchirurgia, intanto, è partita una raccolta di firme per impedire la chiusura del centro.