Advertising Console

    Inseguimento spericolato nel riminese, presi due giovani scippatori

    Riposta
    altarimini

    per altarimini

    12
    104 visualizzazioni
    Nell'ultima settimana sono stati sei gli scippi avvenuti nel centro di Rimini, e per quattro di questi pare siano stati trovati i colpevoli. Il fatto è accaduto in una domenica di sole e referendum, il 12 giugno, attorno le 15 e 30, in zona Destra del Porto. Si tratta di un riminese di 27 anni, pluripregiudicato, senza lavoro, e di un appena vent'enne di Coriano, incensurato e che al momento svolge il Servizio Civile. I due, sopra uno scooter buster nero, vestiti di nero, con caschi neri, si stavano dirigendo da Via Destra del Porto verso Via Coletti, noncuranti del semaforo rosso. Il caso ha voluto che proprio dall'altra parte del semaforo si trovasse una volante della Polizia, in zona per i normali controlli su strada, costretta ad inchiodare per evitare lo scontro con lo scooter. Gli agenti, ricollegando la descrizione combaciante agli autori degli scippi avvenuti in precedenza ed anche per la guida spericolata, iniziano ad inseguire i due per le vie riminesi, dando inizio ad un vero e proprio inseguimento da film d'azione. Tra lo sconcerto ed il panico dei cittadini i due riminesi tentano in ogni modo la fuga, guidando a zig zag, contromano e salendo sui marciapiedi, facendo così cadere una donna e rischiando l'impatto prima con un anziano in vespa che trasportava un bambino, poi con una signora alla guida di una Fiat Panda. Il trasportato, per tutto il tempo, ha inoltre tenuto il piede sulla targa posteriore del mezzo, nascondendola così alla Polizia. Alla fine, dopo l'ennesimo zig zag, il buster urta la Volante subito al seguito, causando una brutta caduta dei due che, nonostante l'urto, tentato la fuga a piedi. Gli agenti provvedono però a bloccarli di lì a poco. Durante l'inseguimento avevano anche gettato dal mezzo un'involucro, finito in un giardino e non più ritrovato. Una volta catturati, M.S. e S.F., prima di essere condotti in Questura, vengono trasportati al Pronto Soccorso dell'Ospedale "Infermi" di Rimini, in quanto doloranti dalla caduta. Dieci i giorni di prognosi. Perquisite anche le loro abitazioni, dove, nella casa del ventisettenne, è stata trovata della marijuana ed un cellulare di sconosciuta provenienza. Il riminese ha sulle sue spalle una denuncia per traffico di stupefacenti, furto aggravato e lesioni personali ai fini di scippo. Una delle vittime, una ragazza rumena trentenne a cui era stata scippata la borsa durante la serata di sabato 11 giugno, recatasi in Questura, ha subito riconosciuto i due come gli autori dell'aggressione, provvedendo così all'immediata denuncia. Altri tre sarebbero i derubati di cui si riterrebbero responsabili, di cui una signora anziana derubata e fatta cadere a terra in Via Pascoli, pochi giorni fa. Al momento a loro carico una denuncia per stato di libertà. Gli agenti si dichiarano però in attesa di un provvedimento di custodia cautelare entro la giornata.