Advertising Console

    Altarimini. Rimini tento' violenza su rumena, arrestato

    Riposta
    altarimini

    per altarimini

    12
    78 visualizzazioni
    Arrestato il tunisino che nella notte, fra il 30 e il 31 luglio, ha tentato di violentare una prostituta rumena. Era venerdì sera quando la giovane, che si trovava sulla statale in cerca di clienti, veniva invitata a salire su un furgone bianco da un 39enne tunisino. L'uomo dopo averla derubata ha tentando di stuprarla costringendola con un cacciavite a togliersi maglia,scarpe, jeans e reggiseno. La giovane però si è districata ed è fuggita. A quel punto il tunisino gli ha gettato gli indumenti dal finestrino ed è scappato via. La prostituta, ancora impaurita, ha denunciato immediatamente l'accaduto e poi si è recata al Pronto Soccorso dove è stata tra l'altro accertata la tentata violenza e dimessa con una prognosi di 7 giorni. Gli agenti della squadra mobile di Rimini,intanto, che avevano cercato e trovato l'extracomunitario, procedevano al fermo. Nel furgone la polizia ha rinvenuto la canotta della donna e i soldi, 60 euro in tutto, che il tunisino aveva portato via alla rumena. L'uomo: Jamel Baydoudh, residente a Rimini, ma con alcuni precedenti e con regolare permesso di soggiorno è stato riconosciuto dalla ragazza , che una volta uscita dal pronto soccorso si era recata in questura per l'identificazione, e arrestato. Dovrà rispondere di: tentata violenza e rapina aggravata. Non solo, dopo la telefonata della prostituta, un'altra giovane ha denunciato una violenza con simile modalità sempre a carico del tunisino.