Il caffé? Un alleato nella prevenzione di tumori e ictus. I nutrizionisti: un moderato uso quotidiano fa bene alla salute

askanews

per askanews

884
365 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Come Eduardo De Filippo, alla "tazzulella" di caffé quasi nessuno riesce a dire di no: la mattina al bar oppure dopo pranzo, in pausa in ufficio e a volte anche dopo cena. Mediamente ogni italiano beve almeno 4 o 5 caffé al giorno, assumendo circa 300 mg di caffeina. E ora si scopre che un consumo moderato fa anche bene alla salute, come spiega Amleto d'Amicis, vice presidente della Società di nutrizione umana.La ricerca, spiegano i nutrizionisti, ha dimostrato che le sostanze bioattive presenti nel caffè non solo non arrecano danni, ma hanno addirittura effetti benefici sulla prevenzioni di mallattie anche gravi come tumori e ictus. Luca Scalfi, docente di nutrizione umana all'università Federico II di NapoliC'è da sfatare, inoltre, un altro mito: quello che il caffé renda nervosi.

0 commenti