Advertising Console

    Smantellata cosca mafiosa di Carini, 21 arresti nel Palermitano. Il boss comandava dai domiciliari, donne ai vertici del clan

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    297 visualizzazioni
    Durissimo colpo alla cosca mafiosa di Carini, comune a pochi chilometri da Palermo, capeggiata da Calogero Passalacqua, storico padrino ottantenne che comandava il clan dai domiciliari. 21 persone sono state arrestate nell'ambito dell'operazione Grande Padrino. Il lavoro degli inquirenti ha evidenziato le strategie e gli interessi di Cosa Nostra nel traffico della droga e nel settore dell'edilizia. In particolare alle imprese edili del territorio veniva imposta l'assunzione di operai vicini alla cosca come spiega il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo.Nella cosca alcune donne avevano un ruolo di primo piano come spiega il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia.Gli inquirenti inoltre sono convinti di aver fermato una nuovaguerra di mafia, dal momento che è stato constatata l'esistenzadi un conflitto con la famiglia mafiosa avversaria.