A scuola di tecnologia per cambiare vita ai giovani americani. Dalle app ai robot, l'idea si diffonde

askanews

per askanews

899
66 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
A passeggio per le strade di Harlem in cerca di studenti di tecnologia: è il modo che Sekai ha scelto per proporre ai giovani di New York un'alternativa alla disoccupazione e all'incertezza sul loro futuro. L'idea è di partecipare a un corso gratuito di 12 settimane per diventare programmatori di computer."Quando dai un'occasione alle persone che sono ai margini della società, ne approfittano in modo straordinario, perchè mostri loro una direzione e cambi le loro vite. Non solo perchè permetti di guadagnare, non perchè diventino ricchi, ma perchè possono reinventarsi". Un'idea che si diffonde negli Stati Uniti, e che si rivolge soprattutto agli studenti afro e latino-americani, come spiega Bruce Lincoln della Columbia University."Sono i mercati che crescono più velocemente, quando si tratta di smartphone, quindi insegnamo loro a creare le applicazioni". I corsi si moltiplicano, così come gli studenti iscritti: ad Atlanta i ragazzi delle superiori testano i videogame e imparano a programmare, a Chicago si fa anche un passo avanti. "Stiamo imparando a creare app per Android, ma anche le tecniche di vendita, per attirare l'attenzione dei clienti" spiega Austin. Dalle app ai robot, non si trascura nessun aspetto della tecnologia per dare ai ragazzi una chance in più.

0 commenti